Amministrazione condominiale

Amministrazione, Riparti, Tabelle Millesimali

Lo studio di amministrazione Geom&Geom offre un sistema di comunicazione rapido e diretto con l'amministratore tramite: Cellulare, mail diretta e skype, atto ad ottenere una gestione rapida ed efficace delle problematiche. 

Nel 2013 il Geometra Natale Alessandro viene eletto Revisore dei conti per Anaci Brescia (Associazione Nazionale Amministratori Condominiali Immobiliari) e nel 2014 entra a far parte del Consiglio degli Amministratori Condominiali del Collegio dei Geometri di Brescia.
 

DOMANDE FREQUENTI

Quando si parla di condominio?

Quando si parla di Condominio l'immagine che balza subito in mente è un'immobile di 4 o 6 piani, ma nell'ordinamento italiano, per Condominio si intende un tipo particolare di comunione. Si verifica quando in un edificio con più unità immobiliari almeno due persone siano ciascuna proprietaria di una parte di esse in via esclusiva, queste persone saranno comproprietarie anche delle parti comuni. 

Come si nomina o si revoca il mandato all'amministratore ?

La norma del Codice civile che stabilisce i modi e i quorum occorrenti la nomina o revoca dell'amministratore condominiale, sono racchiusi nell'Art. 1129. Osservando il suddetto articolo possiamo subito notare come le maggioranze previste sia in prima che in seconda convocazione, siano 500/1000 (cinquecento millesimi) e metà degli intervenuti. L'incarico dell'amministratore ha durata di un anno e si rinnova tacitamente per egual periodo, fatto salvo la sua revoca che può avvenire in qualsiasi momento con le modalità sopra descritte.

Se l'amministratore non viene riconfermato cosa succede ?

Fatta l'ipotesi di un condominio in cui, durante l'ultima assemblea, l'amministratore non abbia ricevuto i voti ed i millesimi sufficienti per il rinnovo del proprio mandato, o non si sia provveduto a nominarne un altro l'amministratore non confermato o revocato rimane in carica in prorocatio imperii fino alla nomina di un nuovo amministratore. Fino alla sua revoca ha il dovere di compiere tutte le azioni necessarie al funzionamento del condominio quindi pagare le bollette, far eseguire le riparazioni necessarie, riscuotere le quote, ecc.

Quante sono le deleghe che può portare una singola persona in assemblea?

Ogni condomino può intervenire all'assemblea anche a mezzo di rappresentante,munito di delega scritta.Se i condomini sono più di venti,il delegato non può rappresentare più di un quinto dei condomini e più di un quinto dei millesimi.

L'amministratore può essere delegato?

All'amministratore non possono essere conferite deleghe per la partecipazione a qualunque assemblea.

Quando è obbligatorio l'amministratore ?

La nomina dell' amministratore è obbligatoria quando i condomini (proprietari) siano più di otto (art.1129 c. c.), ma non si esclude la possibilità di eleggere un amministratore quando i condomini siano inferiori a questo numero in quanto bisogna comunque adempiere agli obblighi fiscali. Alla nomina deve provvede l'assemblea condominiale e perché la delibera sia valida , occorre un numero di voti che rappresenti la maggioranza dei condomini intervenuti alla riunione e almeno il 50% del valore dell'immobile, cioè 500/1000 (cinquecentomillesimi). Se l'assemblea non provvede, la nomina di un amministratore è fatta dall'autorità giudiziaria su ricorso di uno o più condomini o dell'amministratore dimissionario.